WindTre ha annunciato il blocco dei servizi VAS: cosa cambierà?

WindTre
Condividi

In questi giorni quasi tutti i clienti WindTre hanno ricevuto un sms per notificare il blocco automatico di tutti i servizi VAS: scopriamo insieme cosa sono, e cosa cambierà dal 21 marzo.

L’sms ricevuto dai clienti di WINDTRE ha quindi annunciato un blocco automatizzato e gratuito di questi servizi VAS dal 21 marzo. Per molti è stato un sms inaspettato che ha rischiato pure di essere scambiato per un nuovo tentativo di pishing. La verità è invece che rappresenta un’interessante novità nel mondo della telefonia mobile.

La Agcom (autorità garante delle comunicazioni) ha fatto un provvedimento per il blocco di questi servizi a valore aggiunto cioè tutti quei servizi a sottoscrizione per abbonamenti che vengono forniti tramite SMS, MMS e dati mobili.

Spesso è capitato a molti utenti di ritrovarsi abbonamenti inconsapevoli a vari servizi che si attivavano in automatico o per un click errato o per l’accesso ad una pagina di scam.

In questo modo, invece, il garante dispone che dal 21 marzo l’attivazione possa avvenire solo in maniera consapevole e documentabile. WINDTRE si è immediatamente allineata alla decisione di Agcom, informando i suoi clienti grazie appunto a questo SMS che cerca di spiegare quali saranno le novità per questo tipo di servizi.

Cosa sono i servizi VAS e come funzionano

I servizi a valore aggiunto sono servizi aggiuntivi rispetto ai normalmente forniti dagli operatori telefonici, e vengono offerti da terzi, ovviamente a pagamento. Si tratta di servizi che aggiungono un sovrapprezzo alla propria offerta mensile, magari per la visualizzazione di contenuti vari o per accedere a servizi premium.

Uno dei servizi VAS più comune, ad esempio, è quello degli SMS con l’oroscopo quotidiano, i giochi, le news, le previsioni meteo o le nuove suonerie.

Servizi questi che oltre ad avere un costo variabile dipendono per l’abbonamento dalla frequenza dei contenuti inviati, scalando il prezzo dal credito residuo sulla sim, spesso con cadenza periodica settimanale, o ogni due settimane, o una volta al mese.

L’aspetto negativo di questi servizi è che spesso non dichiarano esplicitamente i costi che comporta l’attivazione dell’abbonamento, lasciando i clienti molto dubbiosi sui motivi del credito scalato. Per questo, finalmente è intervenuto il garante Agcom.

Cosa cambia col nuovo provvedimento

Dopo la delibera di Agcom, vista come una decisione storica, viene imposto agli operatori telefonici il blocco su tutte le sim dei propri clienti di tutti i servizi premium e in abbonamento che vengono fatti tramite SMS, MMS o dati mobili.

Dal 21 marzo, questi servizi dovranno essere attivati consapevolmente e con documentazione tale da chiarire quali saranno tutti i costi da sostenere per quel dato abbonamento.

WINDTRE aveva già attivati i blocchi dei VAS dal 18 ottobre 2020, ma in vista della delibera del garante ha voluto avvisare i propri clienti anche tramite SMS circa le nuove disposizioni.

Il messaggio ricevuto è il seguente: “Dal 21/03 sarà attivato gratis in automatico il blocco ai servizi VAS. Se non vuoi il blocco chiama il Servizio Clienti”.

Il controllo dei servizi VAS attivi da parte del cliente, quindi, può avvenire in tre maniere: si potrà chiamare il Servizio Informati al numero verde 800900134, si può utilizzare l’app WindTre per consultare il proprio profilo oppure entrare nella propria Area Clienti messaggiando l’assistente virtuale Will.

Ci sono comunque dei servizi che sono esclusi dal blocco imposto dal garante: sono esenti infatti i servizi di biglietteria come Trenitalia e parcheggi municipali, i servizi bancari e di infobanking, i servizi di pagamenti digitali per Google, Apple, Netflix e televoto, le donazioni, i servizi postali, di posta elettronica certificata e di recapito certificato.


Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *