Iliad, rivelati problemi alle ricariche online: disservizio 3D Secure già segnalato dagli utenti

iliad-01
Condividi

Negli ultimi giorni diversi clienti Iliad hanno segnalato un problema riguardo alle ricariche che impedisce l’acquisto di tagli di ricarica online utilizzando sistemi di pagamento come carte di credito o prepagate. Sembra che non sia possibile pagare neanche con l’addebito automatico mensile.

Le segnalazioni iniziali giungono dai social di Iliad, operatore che già dalla fine della settimana passata ha avvertito gli utenti e riportato i problemi circa l’impossibilità di effettuare ricariche online o ricaricare il credito con lo strumento di ricarica automatica, per problemi legati alle carte prepagate e le carte di credito più comuni.

Cosa comporta questo problema

Attualmente, alcuni clienti rischiano di non riuscire ad utilizzare la propria offerta a consumo nel caso in cui il rinnovo non sia possibile per colpa di credito insufficiente, non potendo ricaricarsi autonomamente su internet.

Attualmente, nessuna informazione ufficiale è stata resa nota da parte di Iliad, e l’unica soluzione trovata dagli altri utenti nelle ultime ore è stata quella di ricaricare il proprio numero di telefono direttamente in ricevitoria, quantomeno per permettere un altro rinnovo della loro offerta.

Disservizio delle ricariche e 3D Secure

Ancora, per il momento, nessuna informazione è stata fornita da Iliad attraverso i suoi canali social ufficiali, almeno per quanto riguarda il problema che è stato notato dagli utenti delle ultime ore. Unico riferimento a qualche disservizio in corso è segnalato solo nel momento in cui viene tentato di fare una ricarica attraverso il portale online di Iliad.

Dopo l’avviso che comunica l’esito negativo della ricarica, viene mostrato dal sito un messaggio di errore per informare il cliente che le informazioni inserite non risultano valide o che la carta di pagamento non supporta il servizio di 3D Secure. Viene quindi consigliato di contattare la propria banca per chiedere ulteriori informazioni.

Alcuni clienti, dopo aver ricevuto il messaggio, hanno effettivamente provato a contattare le loro banche per ricevere le informazioni necessarie. Alcune di queste hanno già reso noto di aver ricevuto molti messaggi da parte di altri utenti specificatamente Iliad. Il problema tuttavia riguarda anche i clienti che hanno il servizio 3D secure già attivato e che in tempi recenti avevano già fatto senza nessun problema particolare delle ricariche telefoniche utilizzando la stessa carta.

Ma che cos’è il servizio di 3D Secure? Questo servizio è un protocollo di sicurezza che viene è stato inserito per le funzioni di acquisto online in modo a offrire un doppio livello di protezione quando vengono svolte delle transazioni: serve praticamente per ricevere una ulteriore notifica push dopo l’inserimento delle informazioni della carta, così da permettere al cliente di autorizzare il pagamento con i suoi metodi di autorizzazione come l’impronta digitale, il pin o il riconoscimento facciale. Se non vengono inserite le credenziali esatte, registrate al momento del settaggio delle funzioni di autorizzazione, non è possibile concludere l’acquisto.

Le offerte Iliad

Continuano nel frattempo le nuove offerte di Iliad: Iliad voce, 40 Giga, 50 Giga e 100 Giga, a partire da 4,99 euro al mese.

Iliad voce è la più economica, che con 4,99 euro mensili permette di effettuare chiamate illimitate e inviare messaggi illimitati. È possibile usufruire di 40 mega di traffico dati, ideale quindi solo per chi utilizza servizi di messaggistica istantanea (senza troppe foto o video inviati o ricevuto).

Già con la Iliad Giga 40, a soli 6,99 euro al mese, oltre alle chiamate e ai minuti illimitati vengono aggiunti 40 Giga di traffico dati navigabili sulla rete 4G.

La giga 50 prevede anche lei chiamate e messaggi illimitati, con 50 Giga di traffico dati a 7,99 euro al mese. Infine la 100 Giga, a 9,99 euro al mese.


Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *