I Giga in Roaming per gli stati UE aumentano per il 2021

roaming-eu
Condividi

Dopo la fine del 2020 e con il nuovo anno alle porte, nonostante i viaggi in Unione Europea siano diminuiti per la maggior parte delle persone a causa del periodo di pandemia, il 2021 potrà contare su offerte di traffico dati incluse nei pacchetti in quantitativi maggiori di GB utilizzabili per i servizi di roaming. Interessati sono i paesi dell’UE con l’aggiunta di Islanda, Liechtenstein e Norvegia.

La nuova normativa europea prevede infatti che dal primo gennaio 2021 si debba abbassare a 3 euro iva inclusa il massimale che viene fornito per i GB, e si prevede che nel 2022 cali ancora fino ai 2,5 euro.

Il massimale è il valore che viene utilizzato per calcolare quanto traffico dati la nostra scheda ha a disposizione ogni mese in GB, tenendo conto della nostra offerta mobile. Potrete verificare autonomamente la nuova quantità di GB attraverso la formula:

(Costo mensile dell’offerta (esclusa di IVA):3) moltiplicato per 2

Oppure, se si vuole tener conto dell’Iva, e semplificando:

(costo mensile della propria offerta in euro (iva inclusa):3,66) moltiplicato per 2

Il prezzo della propria offerta determina quindi la quantità di Giga utilizzabile ogni mese viaggiando attraverso i 31 paesi che aderiscono al servizio Roam Like at Home.

Alcuni esempi di GB minimi garantiti

Per semplificare ulteriormente i calcoli, vi riportiamo alcune delle soglie minime che verranno garantite (arrotondando per difetto) in base alla fascia di prezzo della vostra offerta. Gli operatori potranno ovviamente decidere di fornire più traffico dati rispetto al minimo obbligatorio previsto dalla normativa UE:
• Le offerte di 3 € mensili garantiscono un minimo di 1,6 GB
• Le offerte di 4 € mensili garantiscono un minimo di 2,1 GB
• Quelle di 5 € mensili portano il valore a 2,7 GB
• Un’offerta di 6 € garantirà almeno 3,2 GB
• Le offerte a 7 € mensili ne garantiranno 3,8 GB

E così via. Dagli 8 € saranno garantiti 4,3 GB mentre con 10 € di offerta mensile ne saranno garantiti almeno 5,4. Il massimo attualmente previsto è quello per le offerte a 20 € al mese, che garantiranno un quantitativo di 10,9 GB in roaming.

Visti questi esempi di soglie minime garantite al costo mensile dell’offerta attiva col proprio operatore, la competizione tra operatori mobili permetterà che alcuni di essi offrano un quantitativo di traffico dati superiore oppure, come ha deciso di fare CoopVoce, non saranno fatte distinzioni tra traffico dati nazionale e traffico in Roaming per i paesi UE, garantendo gli stessi quantitativi.
Altri operatori, come DIGI Mobil ad esempio, scelgono di permettere l’uso del traffico dati delle loro offerte solo rimanendo all’interno del territorio nazionale, e in caso di viaggi in Europa sarà necessario attivare l’offerta dedicata (Naviga Europa, che fornisce 1 GB di traffico dati nel territorio UE con un costo di 3 € mensili attivabile fino al 4 Ottobre 2021).

Si pensa che ulteriori novità arriveranno al passaggio graduale su rete Vodafone, previsto dal 17 Gennaio 2021.

Fastweb Mobile ha deciso di dedicare solo 1 GB di traffico per il Roaming nei paesi dell’Unione Europea, ma ad essi ha aggiunto il territorio della Svizzera (grazie agli accordi con il gruppo Swisscom).

Cosa succederà al Roaming in Inghilterra con la Brexit

Il primo gennaio 2021 si applicheranno i termini della Brexit gestiti da Regno Unito ed Unione Europea, che prevedono l’uscita della prima dal gruppo UE. Con questa, purtroppo, salteranno anche le condizioni minime garantite all’interno degli altri stati UE.

Saranno poi i singoli operatori a decidere come comportarsi, sulla base degli accordi che saranno fatti. Non si sa ancora se eventuali offerte verso il Regno Unito necessiteranno di costi aggiuntivi.


Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *