eSim Tim: quanto costa? La nuova offerta

esim-offerte-tim
Condividi

La eSim è un microchip inserito all’interno di uno smartphone o wearable. La lettera e è l’iniziale della parola embedded, e significa incorporato.

La eSim Tim è quindi una SIM virtuale che riconosce il profilo dell’utente consentendogli l’accesso alla rete TIM Senza dover utilizzare una SIM fisica.

È detta anche voucher, è messa in commercio come una Sim tradizionale e presenta un QR code al posto della contattiera dorata.

eSim Tim: come funziona

I vantaggi delle eSim sono legati all’assenza fisica della scheda.

Per quanto riguarda la scheda digitale sarà sufficiente scansionare un QR Code dallo smartphone e procedere con la connessione come con la scheda tradizionale.

Attualmente solo alcuni modelli possono supportare queste schede digitali:

  • Samsung Galaxy Fold, l’innovativo smartphone pieghevole;
  • iPhone, dispositivo più che all’avanguardia;
  • Motorola RAZR, prossimamente sul mercato;
  • Google Pixel.

Un altro vantaggio della eSim consiste nella possibilità di inserire due sim senza disporre di spazi idonei; per di più l’uso del QR favorisce il trasferimento della eSim da un dispositivo all’altro.

Per quanto riguarda l’elemento sicurezza, la eSim è tracciabile in ogni momento dal gestore, anche in caso di smarrimento o di furto, in quanto lo smartphone lancerà un segnale ad ogni tentativo di accensione.

eSim Tim: attivazione e costi

Le nuove schede virtuali sono disponibili attualmente negli Store del gestore. Ad avvenuto pagamento ti verrà consegnato un foglio che, al posto della tradizionale scheda SIM, conterrà un QR Code scansionabile con la fotocamera dello Smartphone.

Per l’attivazione della eSim Tim, sarà sufficiente seguire alcuni passi:

  • Accedere alle impostazioni del dispositivo;
  • Trovare la sezione dedicata alla connessione;
  • Individuare la voce relativa alla scansione del QR Code;
  • Inquadrare il QR Code ed effettuare la scansione;
  • Attivare il numero di telefono.

Ovviamente l’attivazione della scheda digitale richiede una connessione rete attiva o un’altra sim già attiva, oltre che il codice PIN

Il costo della eSim Tim è di 10 euro, proprio come quello di una SIM tradizionale: i clienti dell’operatore che intendono passare alla carta digitale pagheranno 15 euro. Inoltre, hai la possibilità di trasformare la scheda fisica in una digitale in pochi minuti, nel punto vendita.

eSim Tim: offerte

Attualmente le eSimTim includono come offerta il piano Tim advance 5G Top, che permette di usufruire di:

  • 100GB di traffico di navigazione in internet alla velocità di 5G;
  • Messaggi illimitati;
  • Minuti illimitati per tutte le chiamate + 250 minuti per le chiamate verso l’estero.

La promozione ha un costo di €49,99 mensili ma non prevede altre spese di attivazione.

È possibile effettuare il pagamento tramite carta di credito o addebito sul conto corrente e per l’attivazione è necessario recarsi nel punto vendita.

Potrai utilizzare la eSim sia con l’attivazione di un nuovo numero telefonico mobile, sia eseguendo la portabilità sul tuo vecchio numero.

Momentaneamente è consigliabile mantenere piani tariffari diversi, in modo da poter approfittare delle differenti offerte dell’operatore.

eSim Tim: informazioni aggiuntive

Le carte digitali offrono l’opportunità di scaricare differenti profili per operatore, pur potendo utilizzarne solo uno alla volta. Potrai passare da un profilo all’altro accedendo alle impostazioni dello Smartphone, come quando cambi SIM.

Inoltre, potrai rimuovere il numero eSim e trasferirlo in un altro dispositivo, effettuando alcuni semplici passaggi: “cellulare>piano cellulare”>”rimuovi piano cellulare”, assicurandoti che il dispositivo sia sempre collegato alla rete.

L’eSim viene venduta come una classica scheda di plastica, ma per l’attivazione dovrai utilizzare esclusivamente il codice QR riportato, a differenza delle schede tradizionali che vanno inserite nel dispositivo.

La parte posteriore della scheda contiene informazioni relative ai di sicurezza PIN e PUK al codice NMU e al codice seriale ICCID.


Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *