CoopVoce arriva le eSIM tutte le info per i suoi utenti

coopvoce

CoopVoce immette nel mercato le eSIM è arrivata la comunicazione ufficiale. Tutti i clienti che già hanno questo gestore, ed i nuovi, potranno richiederla.

Si tratta di un formato di scheda telefonica già compresa nei device che sono compatibili e che hanno un chip dedicato. Inserimento e rimozione avvengono in modo digitale e non in modo fisico. Le nuove sim digitali sono state rilasciate nel mercato il 3 Marzo 2022.

Che cos’è una eSIM?

Prima di parlare della nuova offerta di CoopVoce andiamo a vedere cos’è una eSIM.

Si tratta di una sim virtuale, quindi non è una sim fisica ma un servizio virtuale. Quindi non c’è un ritiro della sim ma vi è comunque un numero che viene attivato sul telefono. Il principale vantaggio che comporta è quello di avere un’attivazione più veloce del numero. Altro vantaggio, non si può perdere la Sim visto che non c’è, per i produttori significa poter costruire telefoni con batterie più grandi.

E’ importante ricordare che il telefono deve essere compatibile, in alternativa non si può attivare l eSIM.

Sono arrivate le eSIM di CoopVoce

Sono passati due anni di attesa ma finalmente sono arrivate le eSIM di CoopVoce. L’annuncio era stato dato il 4 Dicembre 2019 e sarebbero dovute sbarcare sul mercato nel corso del 2020. Il 2021 è però terminato senza il lancio ed il gestore ha comunicato che la eSIM sarebbe stata disponibile nei primi mesi del 2022.

Come si attiva la eSIM di CoopVoce

Per attivare la eSIM di CoopVoce bisogna recarsi fisicamente in un punto vendita che aderisce all’iniziativa. Occorre sottoscrivere un’offerta e poi si riceverà, via mail, sia il contratto sia un QR Code che una volta inquadrato permetterà di scaricare il profilo eSIM ed utilizzarlo. Oltre tali dati, vi saranno allegati anche il seriale ICCID della eSIM, PIN, PUK e l’offerta attivata.

Il QR CODE può essere anche stampato subito, o in un secondo momento, nel punto vendita. Può inoltre essere spostata da un telefono all’altro, gratis e senza l’uso di QR CODE. Nel caso di sottoscrizione di offerte online non sarà possibile richiedere la eSIM.

Il costo è pari a quello di una sim fisica, pertanto viene richiesto un contributo di dieci euro a cui si aggiunge il costo della prima ricarica. Se si è già clienti di questo gestore, si dovranno versare solo 5 euro una tantum.

L’eSIM viene attivata con 5 euro di credito residuo, se c’è transazione da un altro operatore allora il credito sarà suddiviso in 4 euro di bonus non rimborsabile più 1 euro di traffico.

In caso di furto o smarrimento del telefono, la sostituzione è gratis. Se invece è impossibile spostare la eSIM perché il device risulta rotto o danneggiato, si dovrà pagare un costo di 5 euro per la sostituzione.

In caso di furto o smarrimento del device, il cliente dovrà subito chiamare il Servizio Clienti al numero 188, dovrà comunicare che il numero telefonico associato al dispositivo che è stato smarrito o rubato. Il cliente dovrà poi recarsi in un punto vendita Coop e chiedere il trasferimento del numero su una SIM tradizionale o su una nuova sim digitale.

In caso di smarrimento del PIN o del PUK, si potrà richiederne la sostituzione ma sempre al costo di 5 euro.

Se invece si vuole cambiare il formato, e quindi tornare alla SIM fisica, la sostituzione ha sempre un costo di 5 euro ed avviene sempre nel punto vendita.

Le eSIM sono disponibili per tutte le offerte per privati e Business; non è invece attivabile per dispositivi IoT e Smartwatch.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.