I clienti Ho. Mobile salgono rispetto a Dicembre 2020

ho-mobile
Condividi

Nella giornata di oggi è stato pubblicato l’ultimo report finanziario della Vodafone Group, rivelando che a fine Dicembre 2020 il segmento mobile della filiale italiana si era visto diminuire il numero dei clienti, meno 216 mila rispetto al primo trimestre.

Recentemente, però, Ho. Mobile sta avendo una crescita molto solida: il secondo brand di Vodafone ed operatore mobile virtuale ha raggiunto i 2,4 milioni di clienti con un aumento di 200 mila unità rispetto ai dati di settembre 2020.

Ho. e altre crescite

Considerando i dati a disposizione, Ho. va a finire così al secondo posto tra gli operatori mobili virtuali più utilizzati in Italia per numero di clienti, secondo solo a PosteMobile e ancora in crescita rispetto al lancio iniziale avvenuto nell’estate del 2018.

Ho. Mobile non è l’unico, però, che sta avendo successo. Si parla anche di altri second brand sempre a marchio Vodafone, i MVNO, che sono stati lanciati in altri mercati internazionali: parliamo ad esempio di VOXI per l’Inghilterra e di Lowi per la spagna.

Il numero dei clienti di VOXI è salito di 52 mila unità rispetto all’ultimo trimestre dell’anno precedente, Lowi invece ne somma altri 49 mila, arrivando così a superare 1 milione di clienti totali. Resta ancora da vedere quali saranno i comunicati per i dati di Otelo, altro operatore mobile virtuale di Vodafone che invece opera in Germania.

Questi 3 brand messi insieme, comunque, già nel trimestre precedente erano riusciti a sommare 4,5 milioni di utenti.

I dati del comunicato stampa

Secondo il comunicato divulgato a mezzo stampa Vodafone Italia termina il trimestre del dicembre 2020 con un calo del 7,8% nei ricavi dei servizi offerti (che comunque raggiunge una cifra di 1125 milioni di euro) rispetto al trimestre relativo all’anno precedente.

I problemi di performance di questo trimestre sono certamente influenzati dall’evidente riduzione del traffico roaming dovuta ai colpi della pandemia per i flussi di turisti stranieri che hanno avuto difficoltà a raggiungere l’Italia, e sicuramente anche alla competizione intensa tra le varie compagnie telefoniche.

Crescono invece i ricavi provenienti dai servizi di rete fissa, raggiungendo i 307 milioni di euro. 3 milioni di clienti hanno deciso di utilizzare la banda larga, con una crescita del 3,3% a paragone con lo stesso trimestre dell’anno prima.

Anche la fibra di Vodafone, di pari passo, aumenta, raggiungendo più di 24 milioni tra famiglie e imprese.

Ho. Mobile, secondo brand della telefonia rossa, dedicato ai clienti che vogliono un’offerta essenziale, è riuscita a totalizzare ben 2,4 milioni di clienti.

Il primato della rete Vodafone è stato riconosciuto dagli osservatori della qualità della rete mobile, tra cui spiccano nPerf, Altroconsumo e Umlaut.

Nel frattempo, il piano di sviluppo per la copertura Wireless, FWA (Fixed Wireless Access), viene portato avanti per migliorare la connettività delle chiamate e del traffico dati anche nelle zone che non hanno la banda ultralarga. Con questo servizio sono stati raggiunti più di 5 mila comuni in tutta Italia e circa 3 milioni di famiglie.

Per gli sviluppi della rete a Milano, già da dicembre Vodafone supera il 90% di copertura per la rete 5G in tutta la città. 41 progetti di sperimentazione per questa rete sono già pronti, e nel frattempo la rete 5G si amplierà su altre 2 città: Genova e Catanzaro.

Una notizia per gli appassionati di energia green: a Novembre un annuncio di Vodafone ha fatto sapere che la propria rete utilizza solo fonti di energia rinnovabili al 100%, raggiungendo il primato tra le aziende di telecomunicazioni italiane. Inoltre, ha voluto anticipare al 2025 i suoi obiettivi di zero emissioni di gas serra.


Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *